BONUS FACCIATE

La finanziaria del 2020 ha introdotto la novita’ della detrazione fiscale del 90% per il ripristino di facciate. Il testo e’ breve ma, come spesso succede, e’ interconnesso con la normativa preesistente.

 

E’ doveroso fare chiarezza su questo tema che puo’ rappresentare una grande opportunita’ di investimento per i proprietari e di riqualificazione delle nostre citta’. Due aspetti sono sicuramente di particolare interesse:

VANTAGGI ECONOMICI

L’effetto combinato del considerevole vantaggio fiscale e dei risparmi dovuti a efficientamenti dell’involucro edilizio possono portare a tempi di Ritorno dell’investimento molto brevi, in alcuni casi inferiori ai 5 anni.

 

Inoltre, se l’intervento riguarda interi immobili in aree centrali o con buona visibilità, potrebbe esservi l’ulteriore introito dell’affitto del ponteggio per il posizionamento di messaggi pubblicitari.

Da ultimo, questa particolare strumento non prevede un limite massimo di spesa, rendendo possibili interventi di ampio respiro.

USUFRUIBILITÀ DA PARTE DI AZIENDE

Le società sono di solito escluse da questo tipo di meccanismi. Tuttavia alcune fonti suggeriscono che questo decreto possa essere utilizzato anche dalle Società, ovvero da parte di soggetti IRES, in quanto il decreto cita in modo generico la “detrazione dell’imposta lorda” e non specificatamente l’IRPEF.

 

In merito a questo sarà opportuno un chiarimento dell’Agenzia ma se confermato potrebbe rappresentare una notevole opportunità, considerato che le aziende statisticamente, rispetto ai privati, hanno una maggiore possibilità di disporre di interi immobili e di avere la possibilità di cassa per attuare in tempi brevi.

Le informazioni principali sull'applicabilità della detrazione

CHI PUO’ ACCEDERVI

Possono beneficiare dell’agevolazione non solo i proprietari o i titolari di diritti reali sugli immobili per i quali si effettuano i lavori e che ne sostengono le spese, ma anche i titolari di un diritto realie di godimento  (usufrutto, uso, abitazione o superficie).

INTERVENTI AMMISSIBILI

La detrazione non e’ applicata in automatico a tutti i tipi di interventi in facciata:

 

  • Per interventi semplici di pulitura e tinteggiatura esterna la detrazione e’ sempre applicabile

  • Per interventi piu’ ingenti ( che riguardino piu’ del 10% dell’intonaco o che siano influenti dal punto di vista termico) e’ richiesto di rispettare alcuni vincoli stabiliti dalla normativa in merito al risparmio energetico. Questi limiti riguardano sia i componenti su cui si interviene che l’intera facciata di cui fanno parte, ma sono ottenibili nella maggior parte dei casi con soluzioni consolidate e non invasive come come la realizzazione di cappotti o l’insufflaggio delle strutture esistenti, da valutarsi di volta in volta in base alle caratteristiche dell’edificio

QUALI EDIFICI POSSONO ESSERNE OGGETTO

La normativa prevede l’applicazione per le zone Urbane A e B, escludendo di fatto solo le aree a bassa densità  di urbanizzazione. Questo requisito è facilmente verificabile consultando il PGT locale.

COME OTTENERLE

Per ottenerle è necessario seguire il medesimo iter già in essere per gli strumenti di detrazione fiscale per Mantenzione traordinaria già in essere, regolate dal Decreto Ministeriale n. 41/1998 che specifica le modalità di pagamento. La detrazione deve essere ripartita in 10 quote annuali di pari importo, nell’anno in cui è sostenuta la spesa e in quelli successivi.

SEI INTERESSATO A EFFETTUARE UN INTERVENTO SUL TUO IMMOBILE?
CONTATTACI PER UNA VALUTAZIONE DI FATTIBILITA' GRATUITA!!